Pensiero politico

Per adesso tutta teoria e niente pratica, o meglio, per arrivare a mettere in pratica una teoria perfetta ci vuole il doppio dell’ingegno a livello globale, e penso che quello che c’è stato nel dopo guerra soprattutto in italia sia stato il massimo sforzo virtuoso e culturale che un popolo abbia mai compiuto. Fino ad adesso i maggiori esponenti, nel corso della storia, si sono trasformati in tiranni, sovrani, chi per un ideologia troppo forte, chi per salvarsi, o chi perché era megalomane, e chi si ribellava per il bene comune e per i diritti delle persone otteneva una percentuale troppo, troppo bassa in rapporto a ció che ha combattuto. Facciamo sí che si risvegli la critica sociale, anziché annuire sempre, accettare le cose come stanno e andare appresso alle masse, tanto raramente hanno ragione, lo si diceva anche prima e forse non si è mutato ancora. Io per primo ho votato il Movimento forse illudendomi di qualcosa di grandioso, ma accettare la storia non ha nessun prezzo e per non ricadere negli stessi errori c’é bisogno di uno stato forte e con principi ben saldi.

Libertà e società

Avevo letto di sfuggita di un ragazzo che chiedeva cos’era la libertà. Per me libertà è non cedere alle pubblicità di smartphone di ultima generazione; nel non cominciare a credere che guardare il GF o per lo meno che esista sia una normalità; il non essere totalmente dipendente dalla tecnologia; l’incredulità nel vedere un articolo dove i ragazzi nelle scuole quasi sentano il dolore psicofisico nel non poter utilizzare i social; nel non adattarsi ad una ideologia stereotipata, né di destra né di sinistra, ma avere semplicemente idee di destra e di sinistra; di non voler tollerare un cantante come J Ax che fa l’intellettuale da quattro spicci a livello nazionale, mentre quelli veri non hanno più spazi; nel vedere l’abbassamento culturale, qualitativo ed economico ma intanto tutti sanno, tutti possiedono e tutti stanno meglio. Essere contro le distrazioni di massa e le omologazioni sociali. Se tornassimo indietro di qualche era, vedremo che il mito platonico della caverna esiste tutt’ora e esisterà sempre, ma nessuno ci verrà a salvare dalle catene, siamo noi ad avere la nostra forza di distogliere lo sguardo dalle ombre, e di poterci gestire come meglio si creda, non vuol dire isolarsi, ma semplicemente di condividere in modo più naturale le cose senza essere circondato da influenze esterne e da incertezze malsane. Questi son piccoli esempi per me di libertà, oltre che quella di pensiero.

Presentazione

Ciao a tutti. Questo è il mio nuovo sito personale, creato principalmente per esprimere idee, concetti su varie tematiche, condivisione di vario genere e di foto. Spero sia abbastanza presente e costante in questa mia iniziativa e nuova esperienza, precisando sempre che rimane soprattutto un buon oziare in modo costruttivo e sereno, aperto naturalmente al confronto libero e trasparente.